martedì 3 novembre 2009

.foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo .foo

venerdì 18 settembre 2009

chromium, linux e flash


Non c'è da dire chrome per linux migliora di giorno in giorno e finalmente questa release di Chromium oltre ad essere stabile e veloce offre un supporto stabile ai plugin e ai temi, rendendo semplice cambiare il tema (più semplice che in firefox e non bisogna nemmeno riavviare, anche se al momento i temi per chrome sono davvero pochi) per quanto riguarda flash:


scaricare dal sito di adobe:
install_flash_player_10_linux.tar.gz
e da http://build.chromium.org/buildbot/snapshots/chromium-rel-linux/
una build recente
quindi:
cd /tmp/
tar xvjf ~/Downloads/install_flash_player_10_linux.tar.gz
unzip chrome-linux.zip
mkdir /tmp/chrome-linux/plugins
cp /tmp/install_flash_player_10_linux/libflashplayer.so /tmp/chrome-linux/plugins
sudo mv chrome-linux /opt/
sudo ln -s /opt/chrome-linux/chrome /usr/bin/chrome
chrome è decisamente più veloce di firefox e si presta bene a tutti gli amanti del minimalismo (usato ad esempio con windowmaker o pekwm)

giovedì 28 maggio 2009

chrome su linux

è innegabile che il browser made in google ha un certo fascino, vuoi per la velocità di startup, vuoi per le incredibili performance javascript sia per un interfaccia utente molto gradevole.
Sfortunatamente google non rilascia ancora una versione stabile per il nostro amato sistema operativo, quindi vediamo brevemente come installare una versione alpha di chromium (la versione opensource di chrome).
Il test è stato fatto su una macchina opensuse, stasera lo proverò pure su una ubuntu.
Praticamente si tratta solo di scaricare uno zip e nel caso sistemare i link alle librerie dinamiche.
siccome i passi sono molti si fa prima da shell:
cd /tmp/
wget http://build.chromium.org/buildbot/snapshots/chromium-rel-linux/17071/chrome-linux.zip
unzip -d . chrome-linux.zip
sudo ln -s /usr/lib/libnss3.so /usr/lib/libnss3.so.1d
sudo ln -s /usr/lib/libnssutil3.so /usr/lib/libnssutil3.so.1d
sudo ln -s /usr/lib/libsmime3.so /usr/lib/libsmime3.so.1d
sudo ln -s /usr/lib/libssl3.so /usr/lib/libssl3.so.1d
sudo ln -s /usr/lib/libplds4.so /usr/lib/libplds4.so.0d
sudo ln -s /usr/lib/libplc4.so /usr/lib/libplc4.so.0d
sudo ln -s /usr/lib/libnspr4.so /usr/lib/libnspr4.so.0d
sudo mv chrome-linux/ /opt/
sudo ln -s /opt/chrome-linux/chrome /usr/bin/chrome
il browser è ancora una alpha release e pur essendo veloce e stabile presenta varie limitazioni, tra cui spiccano:
manca il supporto a google gears (bè questo pace)
manca il supporto ai plugin (quindi niente flashplayer e niente youtube e simili)
manca il supporto alla stampa
per il momento l'unica piattaforma supportata è i386

certo firefox con le sue quote di mercato e i suoi plugin è un istituzione ma chromium per la sua velocità e per la non dipendenza da uno specifico desktop env. si presta bene ad essere usato per ricerche veloci, controllo webmail, browsing di coumentazione (vedi api java) sia che nell'uso con ambienti leggeri come windowmaker.
ovviamente pareri personali eh:)

martedì 28 aprile 2009

ajax loader creator

Quante volta capita di dover utilizzare una piccola animazione gif mentre aspettiamo i dati dal server... da questo sito si possono creare vari loader (da dei template precotti) scegliendo colore di foreground, background o colore di sfondo trasparente...
http://www.ajaxload.info/

ciao a tutti

giovedì 9 aprile 2009

nedit 5.6.... nedit è vivo!

era il 2000 e la mia installazione slackware essenzialmente era: apache + php + wmaker + phoenix + mozilla e ovviamente nedit... ben prima di scite, eclipse, komodo, ho usato per anni con piacere questo editor che come uniche dipendenze ha motif, poi con gli anni lo sviluppo rallenta e infine nel 2005 lo sviluppo tende a zero, nedit inizia a sparire dai repossitory delle varie distro e se ne perde le tracce... be ogni tanto do un occhiata a ftp.nedit.org e stamattina la novità:
ftp://ftp.nedit.org/pub/NEdit/snapshot/
un tarball con data aggiornata e un nuovo ramo in via di sviluppo, il 5.6, scarico, compilo...
beh nedit è sempre nedit...
lunga vita all'opensource..

mercoledì 8 aprile 2009

Virtual Box 2.2


Oggi è uscita la nuova versione di VirtualBox un emulatore/virtualizzatore opensource dalla buone performance e dalle ottime caratteristiche.
Questa nuova versione porta diverse novita ma tra le più rilevanti ci sono sicuramente l'accellerazione opengl per guest linux e opensolaris e l'abilitazione di serie alle estenzioni di virtualizzazione del processore host. (ovviamente se presenti nell'hardware utilizzato)
L'installazione non presenta particolari problemi in quanto la Sun ha già preparato i pacchetti per le distribuzioni più note.
Per le altre migliorie rimando alla pagina del changelog: http://www.virtualbox.org/wiki/Changelog

venerdì 13 marzo 2009

sakura un piccolo grande terminale

Dopo anni di mrxvt avevo bisogno di un terminale piccolo, veloce, con supporto unicode e tabs e ho trovato sakura: minamle ma con tutte le funzionalità di programmi quale konsole e gnome-terminal... girando e rigirando ho scoperto sakura un software interessante molto leggero e con tutte le funzionalità che si impostano tramite un menù contestuale.
Tra le funzioni impostabili dalla gui:
  • fonts e colori
  • impostazioni dei tabs
  • sfondo
  • trasparenze
inoltre sakura ha un comodo copia incolla tramite i classici comandi CTRL+SHIFT+V/C
le uniche dipendenze che necessita sono gtk2 e vte.
da testare...
dimenticavo...
ecco il link: http://www.pleyades.net/david/sakura.php

domenica 8 marzo 2009

HP 550 con linux :)

Grazie ad un amico ho avuto modo di provare un HP 550 e quindi scrivere un piccola recensione di questo buon portatile che tutto sommato costa poco più di un netbook ma è un vero pc.
Le caratteristiche tecniche sono:
  • Processore: Celeron 550 2GHZ (non supporta cpu scaling e estensioni per la virtualizzazione)
  • RAM: 1GB DDR2
  • Disco: 160GB Sata (come molti portatili di fascia medio bassa a 5400rpm)
  • DVD: masterizzatore dvd
  • Wireless e ethernet: intel
  • VGA: Intel GMA x3100
Il portatile si strova in vendita privo di sistema operativo a diversi prezzi, il più basso che ho trovato sono i 278,50 euro iva inclusa fatto da futek s.r.l. di Roma.
Ho testato questo notebook con archlinux è la compatibilità è stata ottima, il supporto per la rete wired è incluso nel kernel, la wireless funziona tranquillamente col modulo ath5k e per quanto riguarda xorg basta utilizzare per scheda video il driver intel.
Le performance sono ottime anche con gli effetti desktop di kde4 attivi e il composite abilitato (trasparenze e affini) anche durante operazioni pese come la compilazione. La durata della batteria si aggira intorno alle 2 ore e qualcosa di lavoro effettivo il case è minimale ma elegante (come tutta la serie businness di hp).
Allego un video registrato con xvidcapture, che col composite fa a cazzotti e rallenta un po' l'ambiente e una compilazione attiva, che mostra come il desktop risponda bene anche durante una situazione di stress.

In conclusione un buon portatile entry level che con linux da il massimo :)
Per gli amanti del fast boot time ho fatto una prova con utente che viene loggato in automatico in due configurazioni desktop
leggero: slim, wmaker
peso: kdm, kde4
il sistema avvia i seguenti demoni:
syslog-ng dbus iptables crond alsa wicd hal
configurazione
nella configurazione desktop leggero siamo davanti la scrivani di wmaker in 24 secondi dall'accensione del portatile, kde4 e kdm ci mettono di più e si va sui 45 secondi (quasi il doppio). C'è da dire che nella configurazione con kde il dm carica moltè più cose tipo una systray con wicd-client, mixer, appunti e il Korganizer, applet durata batteria più vari plasmoidi sul desktop tipo l'orologio, il calendario, etc, .. mentre window maker carica solo l'orologio e il wmbattery.

sabato 7 marzo 2009

Asus EEE 900A a poco più di 200€

Premetto che non ho alcuna affiliazione con td group ma volevo segnalare questo ottimo netbook ad un prezzo decisamente interessante: 215 euro incluso iva e trasporto... l'offerta è valida fino a martedì 10 marzo.

Le caratteristiche del netbook sono:
  • Processore: Intel Atom N270, 1.6 GHz, 512KB cache L2, FSB 533 MHz
  • Memoria: 1024 MBDDR2
  • Schermo: 8.9 pollici WSVGA (1024 x 600) Widescreen
  • Scheda Video: Intel Graphics Media Accelerator (GMA) 950
  • Hard Disk: 8 GBSSD
  • Porte: 3 x USB 2.0, 1 x VGA-out (D-Sub, 15pin), 1 x Headphone out,1 x Microphone-in, 1 x RJ45 10/100 Mbps, Card Reader MMC / SD (SDHC)
  • Networking: WiFi 802.11b/g, Ethernet LAN 10/100 Mbps
  • Sistema Operativo: Linux
  • Batteria: Li-Ion 4 celle
  • Dimensioni: 225 x 170 x 20/33.8 mm
  • Peso: circa 1 Kg
  • Garanzia: 2 anni
  • Altro: 0.3M Pixel webcam
ecco qui il prodotto

mercoledì 4 marzo 2009

archlinux

Dopo anni (ho iniziato ad usare linux nel 2000) di slackware e suse e con qualche capatina nel mondo debian (e a dire il vero una decina di server aziendali con redhat e centos) sono definitavamente passato ad arch.
Il primo contatto con arch lo ebbi a inizio 2007, avevo un vecchio pentium 3 con 192 mb di ram che grazie a questa ottima distribuzione e ad un ambiente mirato (x11, wmaker, firefox, openoffice) è stato un fedele compagno fino a febbraio 2008 quando fu sostituito da un portatile hp aziendale equipaggiato con opensuse, adesso che anche il portatile hp e stato destinato ad altri usi e mi è toccato un portatile acer very low cost (tipo 240,00 senza iva e senza os) equipaggiato con celeron 530, 2gb di ram e scheda video intel integrata ho avuto la possibilità di scegliere quale distribuzione installare e la scelta è ricaduta ovviamente su arch per 4 buone ragioni:
  • performance imbattibili
  • pacman e yaourt (gestori di pacchetti il secondo estende il primo in vari modi si fa prima a provare che a scriverlo)
  • configurazione chiara del sistema (della serie da rc.conf si fa tutto dalla gestione dei moduli del kernel ai demoni di avvio)
  • la possibilità di costruire il sistema step dopo step
ho fatto un sistema minimale con slim come login manager, wmaker + firefox + thunderbird + openoffice + scite come applicativi desktop, wicd per la gestione delle connessioni su cavo e wireless, ovviamente compilatori e un sistema lamp e uno java (programmo in php/sql/java/xml/perl/c)... il tutto su i due gigozzi ed il portatile è una scheggia e raggiunge tranquillamente le due orette e mezzo (il che è un buon risultato visto che il celeron 530 non supporta il cpu scaling)

ad ognuno la distro che preferisce ma sicuramente arch è da provare

fine pubblicità progresso :)

martedì 24 febbraio 2009

la guerra dei browser a colpi di js

Visto che tutti le stanno sparando sul fatidico firefox nativo vs firefox wine ho fatto due test sulla mia macchina di lavoro...

Su un turion 64x2 con opensuse 11.1 32bit
i risultati sono per v8 benchmark
  • firefox 3.0.6 pacchettizato da opensuse: 61,6
  • firefox 3.0.6 wine: 104
  • opera 10 beta: 111,1
  • arora 0.5 compilato con qt 4.5rc: ben 647 (qtwebkit binding con supporto ns plugin)
  • firefox 3.0.6 scaricato da mozilla: 70.1 già un po' di più del firefox nativo
  • mentre swiftfox 3.0.4 ottimizzato per amd ottiene un misero 75.5 poco più dei binari distribuiti da mozilla, e molto meno delle performance sotto wine.
non ho un windows nativo per farci i test per cui ho optato per un windows xp service pack 3 virtualizzato tramite virtualbox.
Notare che avendo il processore le estenzioni per la virtualizzazione e avendo attivato gli apposoiti flag sotto virtualbox 2.14 le performance dovrebbero essere paragonabili ad una versione nativa.
  • firefox 3.0.6 Windows Xp Sp3 virtualizzato: 293 impressionante se paragonato alla versione linux
  • crhomium Windows Xp Sp3 virtualizzato: 2550 lol :)
  • crossover chromiun: 595,2 meno di arora che usa il binding qtwebkit...
  • internet explorer 7 Windows Xp Sp3 virtualizzato un inglorioso 22

quindi viene da dire che sicuramente le performance non sono penalizzate da i driver della scheda video visto che oltretutto virtualbox si appoggia a x nativo...

al limite, secondo me la vera differenza la fa il compilatore, non so firefox ma nel caso di crhomium la versione windows si appoggia al compilatore c++ di microsoft.
C'è da dire un altra cosa anche applicazioni che fanno uso peso di javascript non risultano penalizzate nemmeno in browser fesso come ie7 che in questi test ha performance indecenti, quindi c'è da dire che questi benchmark lasciana molto il tempo che trovano...
Linux non esce certo sconfitto perché quelli di mozilla hanno deciso di ottimizzare di più la versione windows i vantaggi di usare un sistema opensource del calibro di gnu/linux sta in altro. (sicurezza, comodità di avere un sistema unix, un firewall che non ha rivali, possibilità di modifiche all'interfaccia grafica impossibili su altri sistemi, etc.. ho semplicemente il fatto che per aprire un tunnel ssh su linux mi basta un comando su windwos mi tocca riempire dodici voci di menu su putty e oppure l'impossibilità su windows di avere un terminale multitab decente)

è pure vero che oggigiorno si apre il browser la mattina alle sette e si chiude la sera a mezzanotte (quando va bene) ma le differenze di performance in uno script js non cambiano la vita a nessuno.

aggiornamento: 25.02.15.30

firefox 3.0.6 compilato i686 sotto sidux raggiunge uno score di 222,4 che pur essendo un pò sotto il valore raggiunto dalla versione firefox Windows è dello stesso ordine di grandezza.
Conclusioni? non ne sono certo ma probabilmente la differenza di performance tra una distro ed un altra sono dovute alle ottimizzazioni del kernel e della libc quindi un binario i686 fa la differenza (se anche il sistema sotto è ottimizzato)
A questo punto chi usa gentoo o archlinux fa bene:)
Resta da fare:
un test comparativo su Osx e su Arch..

mercoledì 7 gennaio 2009

opensuse 11.1 e driver ATI


ok è un pò che non "bloggheggio" ma questa me la devo scrivere perchè ci sono ammattito dalle 10.15 fino ad ora (quasi le 14)... e se pensate che 3-4 ore siano poche be.. sono in orario lavorativo e mi sono fottuto ben due pause caffe e una pausa pranzo... ma ne è valsa la pena :)
preambolo visto che non ci gioco anche con il driver opensource sviluppato da novell radeonhd le performance erano di tutto rispetto ma è una questione di principio e che cazzo... ma devo perdere contro un driver???
Allora il problema era il seguente poratiluzzo AMD turion 64Bit con scheda video ati x1250 opensuse installata e driver ati che non ne voleva sapere di funzionare, alla fine googlando a destra e a manca ho risolto in questo modo:
0. installare un ambiente di sviluppo c++ (g++,make,etc)
1. installare la libstdc++.5 su opensuse 11.1 il pacchetto è: libstdc++33 da installato tramite yast perchè sono pigro
2. scaricare dal sito di amd/ati il driver per integrated chipset x1200 che la x1250 non ci sta ma tanto hanno lo stesso chipset
3. e qui viene il bello crearsi il pacchetto dal binario scaricato:
./ati-driver-installer-8-12-x86.x86_64.run --buildpkg SuSE/SUSE111-AMD64 (64bit)
./ati-driver-installer-8-12-x86.x86_64.run --buildpkg SuSE/SUSE111-IA32 (32bit)
4. installare da root il pacchetto appena creato (della serie)
rpm -Uhv fglrx64_7_4_0_SUSE111-8.561-1.x86_64.rpm
poi init 3
e alla console...
modprobe fglrx (su alcuni portatili qui è stato necessario riavviare incluso un comune hp 6715s)
e infine
sax2 -r -m 0=fglrx (per rigenerare xorg.conf)
ok infine driver ati funzionanti su opensuse 11.1 e iconcina catalyst funzionante :)