martedì 2 dicembre 2008

Nessuna specie conosciuta di renna può volare. Ci sono però 300.000 specie di organismi viventi ancora da classificare e, mentre la maggioranza di questi organismi rappresentata da insetti e germi, questo non esclude completamente l'esistenza di renne volanti, che solo Babbo Natale ha visto. Ci sono due miliardi di bambini (sotto i 18 anni) al mondo. Dato però che Babbo Natale non tratta con bambini Musulmani, Hindu, Buddisti e Giudei, questo riduce il carico di lavoro al 15% del totale, cioè circa 378 milioni. Con una media di 3,5 bambini per famiglia, si ha un totale di 98,1 milioni di locazioni. Si può presumere che ci sia almeno un bambino buono per famiglia. Babbo Natale ha 31 ore lavorative, grazie ai fusi orari e alla rotazione della terra, assumendo che viaggi da Est verso Ovest. Questo porta ad un calcolo di 822,6 visite per secondo. Questo significa che, per ogni famiglia Cristiana con almeno un bambino buono, Babbo Natale ha circa un millesimo di secondo per:
  • trovare parcheggio (cosa questa semplice, dato che può parcheggiare sul tetto e non ha problemi di divieti di sosta);
  • saltare giù dalla slitta;
  • scendere dal camino;
  • riempire le calze;
  • distribuire il resto dei doni sotto l'albero di Natale;
  • mangiare ciò che i bambini mettono a sua disposizione;
  • risalire dal camino;
  • saltare sulla slitta;
  • decollare per la successiva destinazione.
Assumendo che le abitazioni siano distribuite uniformemente (che sappiamo essere falso, ma accettiamo per semplicità di calcolo), stiamo parlando di 1.248 Km per ogni fermata, per un viaggio totale di 120 milioni di Km. Questo implica che la slitta di Babbo Natale viaggia a circa 1040 Km/sec, a 3000 volte la velocità del suono. Per comparazione, la sonda spaziale Ulisse (la cosa più veloce creata dall'uomo) viaggia appena a 43,84 Km/sec, e una renna media a circa 30 Km/h. Il carico della slitta aggiunge un altro interessante elemento: assumendo che ogni bambino riceva una scatola media di Lego (del peso di circa 1 Kg), la slitta porta circa 378.000 tonnellate, escludendo Babbo Natale (notoriamente sovrappeso). Sulla terra, una renna può esercitare una forza di trazione di circa 150 Kg. Anche assumendo che una "renna volante" possa trainare 10 volte tanto, non è possibile muovere quella slitta con 8 o 9 renne, ne serviranno circa 214.000. Questo porta il peso, senza contare la slitta, a 575.620 tonnellate. Per comparazione, questo è circa 4 volte il peso della nave Queen Elizabeth II. Sicuramente, 575.620 tonnellate che viaggiano alla velocità di 1040 Km/sec generano un'enorme resistenza. Questa resistenza riscalderà le renne allo stesso modo di una astronave che rientra nell'atmosfera. Il paio di renne di testa assorbirà 14,3 quintilioni di Joule per secondo. In breve si vaporizzerà quasi istantaneamente, esponendo il secondo paio di renne e creando assordanti onde d'urto (bang) soniche. L'intero team verrà vaporizzato entro 4,26 millesimi di secondo.

In conclusione, Babbo Natale esisteva, ma è morto.

domenica 19 ottobre 2008

test flicker

come da oggetto
Blogged with the Flock Browser

martedì 30 settembre 2008

opengeu su EEE Pc


Ho da poco cambiato il mio eee 4g con un nuovo eee 900A e mi sono messo alla caccia di una distribuzione (debian based) per sostituira la xandross fornita di serie, che per quello che mi riguarda senza voler gettare fango sul lavoro degli sviluppatori è veramente pessima.

Dopo vari test sono rimasto piacevolmente sorpreso da opengeu una distro che si basa su ubuntu ma presenta come ambiente il window manager Enlightenment E17, elegantemente rifinito, con thunar come file manager, abiword e gnumeric (ma anche openoffice), brasero e molti software basati sulle librerie gtk alle quali è stato applicato un tema che ben ricalca lo stile di E17 presentando quindi un ambiente di lavoro estremamente omogeneo.

Inoltre è disponibile una versione della distro pensata appositamente per i piccoli di casa asus, inutile dire che da vero pigrone ho optato per questa versione, i pregi questa customizzazione sono:
  • immediato riconoscimento hardware,
  • font più compatti ma leggibilissimi
  • procedura d'installazione semplificata al massimo (della serie più semplice di cosi non si può; e davvero non potrei pensare ad un modo più semplice in tre click e meno di 15 minuti sistema installato e configurato).


Opengeu è leggermente più lenta nella fase di boot (di circa 4-5 seccondi) dello xandros fornito di serie ma come utilizzo è molto più reattiva, è inoltre incredibilmente bella a vedersi e piacevole da usare e inoltre è un progetto italiano.
Credo che l'autore del progetto non me ne vogia se lo cito e riporto qui la sua mail: TheDarkMaster, thedarkmaster [AT] gmail.com, home page del progetto: http://opengeu.intilinux.com/Home.html)

Voto finale: 10 e lode la distro linux più piacevole che abbia mai utilizzato. (come alternativa elive leggermente più caotica ma col supporto macbook e msi wind)

venerdì 12 settembre 2008

martedì 19 agosto 2008

osx e chm rigorosamente opensource

Per citare wikipedia:
"Microsoft Compressed HTML Help o CHM è un formato proprietario per file di aiuto in linea, sviluppato da Microsoft e rilasciato nel 1997 come successore di Microsoft WinHelp. È stato rilasciato per la prima volta con Windows 98 ed è ancora distribuito e supportato sulla piattaforma Windows XP.
I file HTML Help sono creati con appositi strumenti. Microsoft distribuisce l'HTML Help Workshop con le versioni supportate di Windows e lo rende disponibile gratuitamente per il download. Ci sono anche divers strumenti di terze parti
."
Spesso e volentieri, per lavoro e per piacere, ci troviamo a dover leggere libri o documentazione tecnica in chm, visto che ultimamente mi trovo spesso ad utilizzare osx come piattaforma desktop principale spero che questa piccola recensione di quattro software opensource per la visualizzazione di questo formato possa essere utile a quanti utilizzano il sistema operativo della mela :)
il primo software che presento è il mio preferito, in hosting su google code ed è veramente ben fatto, per certi versi molto simile ad anteprima e quindi non viola il principio di minima sorpresa :)
ArCHMock veramente ben fatto, scritto completamente in cocoa e leggerissimo
http://code.google.com/p/archmock/
ICHM ottimo (e quando dico ottimo dico davvero ottimo), con velocissime funzioni di ricerca, zoom testo, navigazione, etc..
http://www.robinlu.com/blog/ichm/
Il terzo, CHAMONIX, è un software storico, anche se lo sviluppo è ormai fermo dal 2006 potrebbe essere una buona scelta per versioni di osx 10.3 e 10.2,
http://sourceforge.net/project/showfiles.php?group_id=148067&package_id=163351/&abmode=1
CHMOX è un altro lettore chm storico, che procedo a sviluppo rilento, scritto completamente in cocoa, leggero e veloce pur essendo sempre in beta è decisamente stabile
http://chmox.sourceforge.net/
al contrario dei precedenti che sono scritti in objective-c, XCHM è scritto in C++, utilizza le librerie wxwidgets ed è un lettore chm universale disponibile anche per windows, linux, freebsd, obiettivamente sotto osx non ha un grande look&feel e non è leggero come gli altri di buono è che è veramente simile al lettore standard chm di windows e che è disponibile per altre piattaforme
http://xchm.sourceforge.net/
l'ultimo presentato qua è un addons per firefox, per chi davvero fa tutto con questo sorprendente browser...
http://sourceforge.net/project/showfiles.php?group_id=175748/&abmode=1

venerdì 20 giugno 2008

sauerbraten 17.0.6.08


Tra grandi uscite opensuse 11, firefox 3, etc.. è passata inosservata una nuova versione dell'fps suerbraten (rilasciato il 17 giugno), questo peso massimo di ben 300 mega è inoltre un ottimo 3d engine sul quale il team originale sta programmando anche un rpg (vedere eisenstern.org). Nato come evoluzione di cube, grazie al suo essere multipiattaforma, alla ottima grafica anche con schede video entry level (tipo le varie intel gma9x), ed una grande giocabilità anche con un processore come il celeron mobile a 900 fa riflettere molto su come tanti giochi commerciali di qualità analoga richiedano configurazioni ben più pompate e magari vengono rilasciati per un solo sistema operativo.
Cube2 da il meglio di se in modalità multiplayer.
Altri giochi molto promettenti sono:
  • torcs (torcs.sourceforge.org), simulatore automobilistico
  • nexuiz (alientrap.org/nexuiz) altro interessante fps
  • glest (glest.org) rts (ma non mi piace molto chi conosce altri rts opensource?, prometteva bene darkoberon ma sembra che il progetto sia morto, boswars non è male ma preferisco lo stile fantasy)
  • battle for wesnoth (strategico a turni)
altre idee...?

lunedì 9 giugno 2008

firefox 3 siamo alla rc2



é uscita in questi giorni la tanto attesa seconda rc per firefox 3 ormai in dirittura d'arrivo.
Sono stati corretti alcuni bug critici e migliorata la funzione anti-malware, forse anche in vista di opera 9.5 probabilmente la prossima "guerra dei browser" sarà giocata sul tema sicurezza.
Le performance e la stabilità sono ottime (pur essendo ancora un release destinata a tester e sviluppatori), così come l'integrazione col sistema operativo, in primis la barra di completamenteo degli indirizzi adesso è molto più gradevole.
è stata finalmente migliorata anche la gestione della memoria questa versione di firefox dovrebbe essere la meno avida di risorse mai uscita.
Personalmente devo dire che dopo un paio d'ore di navigazione che questa versione è molto reattiva e piacevole da usare, sicuramente da provare.

martedì 3 giugno 2008

Notebook senza Sistema operativo qualcosa si muove :)


Ok in passato ho recensito con piacere diversi notebook a basso costo con linux a bordo, ma oggi a causa di un cliente che necessitava di 4 notebook con freebsd (al momento non divago ma ci tornerò a breve) ho setacciato il web alla ricerca di notebook "degnamente potenti" ad un costo accessibile ho un bugdet di 2000 euro installazione compresa gh:(..
Be' in passato ho parlato bene di syspack, unieuro, mediaworld e tecnologie creative oggi prendiamo in esame monclik, allora da questo ottimo rivenditore ho trovato un notebook msi molto molto carino:
  • Dimensioni schermo 15.4 Widescreen
  • Tipo processore Core 2 Duo (Centrino Duo)
  • Velocità del processore 1.7 GHz
  • Memoria RAM 1 GB
  • Hard disk 120 GB
  • Peso (Kg) 2,87
  • Sistema operativo Non Presente
  • Connessioni Ethernet e wireless
  • Unità ottiche Masterizzatore DVD±RW Double Layer
  • Webcam Non integrata
  • Scheda grafica Intel GMA X3100
Un bel 15 e passa pollici :), gma x3100 che ha un ottimo supporto e un bel processore core 2 duo a 1,7 ghz il tutto sotto i tre chilozzi e udite e udite sensa sistema operativo... alleluja... dio ci scambi dai sistemi operativi chiusi con pizzo obbligatorio.
Il prezzo? ottimo anche questo: 439 euro, iva inclusa sconto di ulteriori 11 euro sul primo acquisto e ulteriore sconto perchè me ne serviranno più di tre.
Che dire? 10 e lode a MSI, un ottimo prodotto ad un ottimo prezzo.
Ecco l'immancabile linko, per essere ecquo anche pcbrescia vende questo portatile ad un prezzo analogo: pc-brescia.com, non voglio fare pubblicità a nessuno semplicemente ho segnalato come prima monclick perchè ho avuto a che farci in passato e mi sono trovato bene.

martedì 27 maggio 2008

PDF Split and Merge

Quante volte capita di dovere unire più PDF per avere un file unico? Magari pdf che provengono da diverse fonti, ad esempio io faccio i fogli elettronici su openoffice calc, il frontespizio con inkscape/gimp, e di solito la relazione con abiword (perché lo trovo più comodo di writer, de gustibus) alle volte mi capita inoltre di doverci integrare report o album esterni che mi arrivano già in pdf. Il tool di cui volevo parlare si chiama: "PDF Split and Merge" è un software opensource scritto in java (e quindi indipendente dalla piattaforma sottostante) che permette sia di unire più pdf sia di estrarre pagine.
L'interfaccia è molto semplice da usare e nella mia personale esperienza posso assicurare che ha riscosso un discreto successo anche presso alcuni miei clienti a cui faccio assistenza. (A dire il vero sono rimasti solo una ventina visto che ormai lavoro quasi esclusivamente come programmatore lato server)
Mi piacerebbe anche aprire un altra parentesi, visto che ho clienti che utilizzano solo openoffice, pdfsam, seamonkey, 7zip,e adobe reader (lato windows) e che si connettono alla rete tramite un ruter netgear (con uclinux) e il fileserver è una dignitosa ubuntu+ebox mi piacerebbe avere pareri anche su altre realtà (io vivo e lavoro su pisa e provincia) per sapere che diffusione ha l'opensource nella piccola e piccolissima impresa :)
Mentre per esperienza personale nella grande c'è una buona diffusione, al momento sto lavorando come collaboratore per un big nel settore della telefonia e i server sono tutti redhat i database sono al 70% su mysql (ma i dati critici stanno ancora su oracle) e che dire si lavora essenzialmente con php/java/perl ed eclipse come ide, ma c'è anche chi usa vi (io no mi sono assuefatto ad eclipse e compagnia tanto come detto qualche post fa la ram non costa un cazzo)
Basta mi cheto perché come sempre ho divagato...

Altro interessante notebook linux

L'ultima volta che ho parlato di un notebook che offriva linux di serie ho fatto pubblicità a mediaworld, quindi oggi, per par condicio, mi voglio occupare di un altra grande catena... unieuro, dove per 399 euro iva inclusa si accatta:
un acer niente male, ASPIRE 5315-201G08MI:
  • Celeron M550 / 2 GHz
  • RAM 1 GB
  • HDD 80 GB
  • WLAN
  • Webcam
  • 15.4" CrystalBrite scheda video GMA X3100
Personalmente lo trovo un ottimo pc, magari il processore non è troppo veloce ma gnu/linux se la cava bene anche con macchine meno fornite :), la scheda video è ottima pur essendo integrata; ad esempio io lavoro e gioco tutti i giorni su una intel gma 950 che è un paio di modelli dietro a questa e io con la mia faccio tutto quindi figuriamoci ma per dirlo con le parole di intel:
"The GMA X3100 is the mobile version of the GMA X3000 used in the Intel GL960 and GM965 chipsets. The X3100 supports hardware transform and lighting, up to 128 programmable shader units, and up to 384 MB memory. Its display cores can run up to 333 MHz on GM965 and 320 MHz on GM960. Its render cores can run up to 500 MHz on GM965 and 400 MHz on GM960. The X3100 display unit includes a 300 MHz RAMDAC, two 25-112 MHz LVDS transmitters, 2 DVO encoders, and a TV encoder. In addition, the product can support DirectX 10."
Un giga di ram è più che sufficiente per il lavoro quotidiano (ma con i prezzi odierni della ram metterne 2 alla acer gli costava tanto?) per il resto c'è di tutto wifi, webcam e un bel monitor, inoltre il celeron m 550 è uno dei nuovi chip basati su architettura santa rosa.
Il peso... be' tre kilozzi ma è un bel quindici pollici.
Non mi entusiasma troppo la Linpus come distro per questo gli do un personalissimo otto e mezzo con debian avrebbe preso un bel 9.
Il prodotto sul sito dell'unieuro.

lunedì 10 marzo 2008

Una suite grafica con meno di 100 euro

Con questo post veloce voglio focalizzare l'attenzione su due piccoli grandi software, che fanno il loro lavoro in maniera molto professionale.
Sono due software molto leggeri che ben si prestano ad essere usati insieme:
  • Pixelmator per la grafica bitmap
  • VectorDesigner per la grafica vettoriale
il primo costa 55 dollari e si può trovare una versione di prova qua mentre vectordesigner costa leggermente di più, 70 dollari e una demo si trova qua.

lunedì 3 marzo 2008

nexuiz 2.4

è uscita la nuova versione di nexuiz, l'ottimo sparatutto in prima persona multipiattaforma, questa versione (siamo alla 2.4) a parte due nuove mappe, propone:
  • una nuova interfaccia utente per i menù
  • ottimizzazioni nel 3d engine e nel sistema di rete
  • alcuni modelli ridisegnati
  • migliore intelligenza artificiale per i bots
  • prestazioni migliori (erano già ottime secondo me)
alcuni shot al volo:
ed infine il link per il download: http://www.alientrap.org/nexuiz/
questo gioco insieme a racer, warsow, wesnoth, glest e wormux mostra quanto siamo maturato linux anche nel campo videoludico e inoltre tutti questi giochi girano ottimamente anche su schede video "modeste" come la mia l'intel 915...

martedì 12 febbraio 2008

IBM Lotus Symphony Beta 4

Ho testato questa nuova versione circa dieci giorni prima di buttare giù due righe per evitare di farmi prendere la mano dall'ottima prima impressione che questa suite d'ufficio mi aveva dato.
Una delle novità importanti di questa versione è una localizzazione in italiano finalmente degna, inoltre la velocità di startup e di esecuzione è notevolmente migliorata.
Per chi non lo sapesse questo software si basa su swt in particolare utilizza eclipse con delle viste particolari che, dentro widget creati ad hoc, utilizzano una versione costum di openoffice 1.1 (con alcuni backport dalla serie 2 per quanto riguarda la compatibilità dei file).
IBM inoltre ha deciso di non utilizzare un eventuale java virtul machine installata nel sistema dell'utente ma di distribuire all'interno di symphony una propria jre, il tutto sta nella directory _jvm, e la versione distribuita con la beta 4 è:
java version "1.5.0"
Java(TM) 2 Runtime Environment, Standard Edition (build pxi32devifx-20071025 (SR6b))
IBM J9 VM (build 2.3, J2RE 1.5.0 IBM J9 2.3 Linux x86-32 j9vmxi3223-20071005 (JIT enabled)
J9VM - 20071004_14218_lHdSMR
JIT - 20070820_1846ifx1_r8
GC - 200708_10)
JCL - 20071025
questo non è un male, anzi di solito gli sdk java di ibm e relativo runtime sono molto veloci e performanti. (anche se non sempre aggiornati all'ultima versione di java disponibile.)
L'interfaccia grafica è l'aspetto che più colpisce, poteva essere ottima (e forse anche di più) ma... ma i nuovi widget stonano tantissimo con le finestre di dialogo brutte stile openoffice 1.1, e e anche se la nuova interfaccia grafica, con le proprietà sulla destra, l'utilizzo di tab anche quando si lavora con documenti eterogenei, riduce al minimo il ricorso alle finestre di dialogo alla fine questo contrasto stanca.
Un ottima funzione è la panoramica che permette di avere un'anteprima di tutti i documenti su cui si sta lavorando e risulta semplice e veloce passare da uno ad un altro. (questa funzione è molto utile quando si lavora con molti documenti aperti, permette in un secondo di trovare quello desiderato).
Un altra stonatura forte tra la nuova ui e openoffice 1.1 si sente utilizzando calc, se, come me, utilizzate spesso questo generi di software per i grafici, beh i template di oo 1.1 non sono certo l'ultimo grido in fatto di torte e barre, speriamo che nella versione definitiva si basino un po' più su openoffice 2.0.
Conclusione personale: la nuova interfaccia è ottima, supera i livelli di eleganza ed usabilità di iwork e ms office 2008 (per mac), ma il fatto di aver utilizzato una versione così vecchia di openoffice si sente, specialmente nell'uso dei grafici, del fontwork e degli shape. (senza contare le finestre di diaogo che stonano terribilmente col resto del programma), inoltre openoffice ed eclipse non sono mostri di velocità (come del resto altri software basati su java o che fanno un uso intenso della jre) e questo symphony non fa eccezzione in questo senso; se ibm decidesse di rilasciare symphony come software opensource (comunque ibm rilascerà lotus s come software freeware ma non i sorgenti; più che altro per il codice dei filtri di importazione da lotus smart suite) si potrebbe tentare una versione nativa con gcj, ma siamo nel campo delle ipotesi forti :)
la velocità di startup ed esecuzione è comunque molto migliorata rispetto alle versioni precedenti e questo fa ben sperare nel futuro.
Ma se invece di sviluppare una versione particolare di oo 1.1 ibm avesse messo programmatori a contribuire alla versione 3 di openoffice non sarebbe stato meglio? Una suite con l'interfaccia di symphony, le capacità di oo 2.3 e le promesse della versione 3, beh raga sarebbe una goduria :)

venerdì 8 febbraio 2008

camino 1.5.5

Arrivato camino 1.5.5; è uscita ieri la nuova versione dell'ottimo browser basato sul motore html di firefox, vediamo le novità più interessanti di questa versione:
  • la versione adesso utilizzata di gecko è la 1.8.1.12 che fixa alcuni leggeri problemi di sicurezza,
  • è stato risolto un fastidioso bug che causava occasionalmente il crash di camino quando questo veniva chiuso e non c'era nessuna finestra o tab aperta
inoltre due piccole amenità: (che però rendono più piacevole l'utilizzo)
  • quando si stampa una pagina in pdf, camino ora suggerisce il titole della pagina come nome del file,
  • un filtro ad-blocking migliorato.
Ci sono altre novità di minor rilievo qui il changelog, mentre la versione 1.5.5 multilingua (include anche l'italiano) si scarica da qua.
Personalmente utilizzo camino come browser di default ormai da più di un anno, è incredibilemente veloce e la resa dei siti è sempre impeccabile e la compatibilità resta a osx 10.3.

martedì 29 gennaio 2008

eee sette giorni dopo

Dopo circa una settimana di pieno utilizzo dell'eee pc di asus, sono in grado di esprime un giudizio a mente lucida.
Devo dire che ho provato diverse distro sul piccoletto e ho utilizzato in particolare eeedora e eeexubuntu, basate rispettivamente su redhat e xubuntu, entrambe le distribuzioni utilizzano xfce come window manager che consente di presentare all'utente un desktop completo stile windows xp o gnome ma estremamente ben visibile nel piccolo schermo dell'eee e ottimamenti performanti.
Sfortunatamente la durata delle battarie e i tempi di boot e shoutdown delle due distro sono lontani dalle buone performance che si hanno con la xandros fornita di serie, quindi alla fine ho deciso di " costumizzare" la distro di serie per renderla più adatta alle mie esigenze.
Per prima cosa ho installato fluxbox e modificato lo script di avvio per caricare questo window manager al posto di icewm + easymode.
Ho installato in seguito nedit come rimpiazzo per kwrite, eterm (a mio parere il miglior emulatore di terminale di tutti i tempi), java6 sdk, blender e un tema compatto per firefox in aggiunta ad una piccolissima modifica al foglio di stile base per avere font di 8 pt nell'interfaccia.
L'eee pc si comporta molto bene con fluxbox, ad esempio con nedit, eterm e compilazione java in corso restano comunque 300 mega di memoria free.
Le prestazioni sono generalmente buone e l'occhio si abitua velocemente alla piccola risoluzioni, favorendo l'utilizzo di software con modalità fullscreen. (il mio tasto f11 è già consumato :) )
Ci si abitua velocemente anche alla tastiera diciamo dopo un paio d'ore di utilizzo non si notano rallentamenti di sorta. (sto scrivendo dall'eee ovviamente)
Direi che il piccolino si difende bene sia sulla programmazione che sull'utilizzo di openoffice (specialmente writer e calc, drow è praticamente inutilizzabile.)
Anche l'utilizzo di un piccolo ambiente lamp non penalizza le prestazioni.
L'unica pecca è l'interfaccia easy mode davvero penosa (ma facilmente sostituibile), e la scarsa durata delle batterie anche limitandosi al terminale (con ssh quindi tutto sulla macchina remota) l'utilizzo continuo esaurisce la batteria dell'eee in circa un ora e quarantacinque minuti.
Ovviamente le batterie costano care e in un prodotto dal basso costo l'asus è andata al risparmio promettendo di mettere sul mercato entro giugno batterie da 7200 mah che dovrebbero portare la durata a 3-4 ore di utilizzo continuo.
Altra nota positiva è la ram, ho trovato moduli da 2 giga compatibili sotto i sessanta euro, nel mio modello (4g 701) è inoltre molto semplice cambiare la ram, c'è uno sportellino con due viti sulla parte inferiore.
Note negative? Sinceramente dopo una settimanetta di utilizzo intenso non ne ho trovate, contrariamente a quanto si legge la tastiera è usabilissima e anche l'occhio si abitua presto a 800x480 (la risoluzione era una delle caratteristiche più criticate da chi non riconosce il merito innovativo di asus).
Per quanto riguarda i giochi ho provato due fps: AssaultCube e Warsov 0.40 entrambi sono molto fluidi e pienamente giocabili.
Se proprio si vuole trovare un difetto il piccolino è male bilanciato nel peso: meno di un kilo senza batteria, ed un kilo e sei con la batteria, quindi alle volte il peso della batteria rende difficile tenerlo sulle ginocchia. (di fatti le ridotte dimensioni dell'eee lo fanno utilizzare in luoghi e posizioni strane, quasi un kamasutra )
Il mio giudizio su questo prodotto è fortemente positivo, con fluxbox i tempi stretti di boot, meno di sedici secondi e cinque e qualcosa per lo spengimento me lo stanno facendo utilizzare anche per controlli mordi e fuggi di mail, blog, etc...
Un altro leggero difetto può essere rappresentato dall'installazione base di xandros che tenendo una partizione nascosta per il ripristino totale del sistema, lascia all'utente solo un giga e tre... ma visti i prezzi delle sd card non è un grosso problema.

lunedì 21 gennaio 2008

Pc linux gOS a 199 euro.... in Italia :)

Recentemente alcuni miei clienti avevano necessità di un computer da dedicare ad internet e alla posta elettronica che fosse immune da virus e dal semplice utilizzo.
Dopo aver preso visione di diverse soluzioni, uno dei miei fornitori tira fuori dal cilindro un pc ottimo per lo scopo e dal prezzo sorprendente di 165 € (199 € iva inclusa) all'utente finale...
Vediamo le caratteristiche tecniche:
  • CPU: Intel Celeron 420 1.6Ghz 800fsb 512K Cache
  • Scheda madre: Asrock Conroe1333-D667 Chipset Intel 945GC
  • Memoria: 512MB DDR2-667 Kingston
  • Scheda video: Intel Graphics Media Accelerator 950
  • Scheda audio: 7.1 CH (ALC888 Audio Codec)
  • Hard disk: Maxtor 80GB Sata2
  • Unità ottica: Lettore DVD Dual LG 16x
  • Case: Codegen 3D19-ca
  • Alimentatore: Codegen 450W
  • Dissipatore: Originale Intel
il computer lo trovate qua: http://www.syspack.com/syscomputer/SYS492/gOS-PC-Lite.aspx
La distribuzione gOS si basa su ubuntu e cerca di integrare in maniera coerente web 2.0 e desktop.

sabato 19 gennaio 2008

modifica file pdf

In questo post voglio spendere due righe su un piccolo software gpl, nemmeno 400k, che mi sta facendo risparmiare un sacco di tempo, si tratta di formulate.pro (ospitato su google code) che permette di aggiungere campi di testo, linee a mano libera e forme geometriche basilari su file pdf. Spesso mi vedevo costretto a scaricare pdf, compilarli a mano, scannarli e riinviarli al mittente.
questo software è dannatamente utile e veloce... si scarica da: http://code.google.com/p/formulatepro/

giovedì 17 gennaio 2008

EEEPC preordinabile su MediaWorld

Questa notizia mi sembra sia passata inosservata ma da alcuni giorni sul sito di media world: ordina su mediaworld è possibile pre ordinare l'eee pc, l'interessante mini notebook made in asus con linux a bordo.
Il modello in questione è il 4g con la web cam, venduto su amazon a 399 dollari, ordina su amazon che al cambio odierno 1 euro = 1,466 sarebbero 270 euro e spicci... Da mediaworld si può ordinare a 299 euro quindi nemmeno niente male se si pensa alle politiche regionali che fanno altri brand. (Apple su tutti).
In pratica comprarlo su amazon + spese di spedizione te lo vai a ritirare al mediaworld spendi uguale o meno e hai la tastiera in lingua italica che fa sempre comodo.
Vediamo brevemente le caratteristiche tecniche:
Display 7'' risoluzione 800x480, memoria di massa: disco 4gb a stato solido su tecnologia nand (bassissimo consumo e alta velocità), webcam integrata da 0.3 megapixel, lettore di SD/MMC, microfono integrato, connettività wifi (e jack di rete) il tutto in meno di un kg di peso. L'eee monta inoltra di serie una versione modificata di linux xandros.
Questo prodotto con la diffusione attuale della rete wireless potrebbe diventare un interessante strumento di lavoro, piccolo come è, collegarsi alla mail o a google docs o ad altri servizi sul web potrebbe diventare possibile anche in posti particolarmente ostici come cantieri, sale di attesa, o anche sul treno... anche la batteria è interessante: 4 celle a 5200 mAh (come un macbook) considerando che lo schermo è molto ridotto, praticamente non ci sono ventole e il disco a stato solido elimina anche testine e motori del disco bè probabilmente questa macchina si raggiunge 4 ore di lavoro effettivo.
Sarò anche un pò di parte ma questo prodotto mi sembra molto interessante. :)

martedì 15 gennaio 2008

XSP2 e ASP.NET 2.0



Dopo aver testato la compatibilità di Windows Forms, questo pomeriggio ho testato alcuni piccoli script ASP.NET 2.0 sulla mia installazione mono 1.2.6 (su OSX), in particolare mi interessava una delle features più interessanti di ASP.NET 2.0, ossia le master pages.
Le master page sono una spece di template, in pratica, invece di avere una serie di include lato server, si crea un modello di pagina con vari segnaposti per i contenuti senza dover utilizzare un template engine di terze parti, ho inoltre testato alcuni controlli di base.
Mostro un piccolo esempio:
-- master1.master
<%@ Master %>
<html>
<body>
<h1>Header per tutte le pagine</h1>
<h3>le masters page sono un alternativa veloce e sicura agli include lato server...</h3>
<asp:ContentPlaceHolder id="CPH1" runat="server">
</asp:ContentPlaceHolder>
<h3>footer</h3>
</body>
</html>
questa è la master page presenta un header e un footer, il place holder viene rimpiazzato dal contenuto, ecco una semplice pagina:
<%@ Page MasterPageFile="master1.master" %>
<asp:Content ContentPlaceHolderId="CPH1" runat="server">
<h3>Esempio di pagina</h3>
<p>Paragrafo 1</p>
<p>Paragrafo 2</p>
</asp:Content>
infine una pagina che comprende i tre controlli standard, un bottone, una label e una casella di testo, una specie di hello world in asp.net, l'evento di gestione del click del bottone viene gestito lato server e cambia la proprietà della label:
<%@ Page MasterPageFile="master1.master" %>
<script runat="server" language="VB">
Sub submit(sender As Object, e As EventArgs)
lbl1.Text="Ciao, " & txt1.Text
End Sub
</script>
<asp:Content ContentPlaceHolderId="CPH1" runat="server">
<h3>Esempio di pagina con due controlli</h3>
<form runat="server">
<asp:TextBox id="txt1" runat="server" />
<asp:Button OnClick="submit" id="btn1" runat="server" text="Clicca qua" />
<p><asp:Label id="lbl1" runat="server" /></p>
</form>
</asp:Content>
praticamente (a parte le WebParts) asp.net 2.0 funziona benissimo su mono, sia c# che vb.net :)

domenica 13 gennaio 2008

Mono, Windows.Forms e VB.NET

Oggi avevo un pò di tempo libero a disposizione e mi sono dedicato alla versione made in novell di .net, invece di testare i classici esempi in C#, ho deciso di verificare lo stato del compilatore VB.NET e delle Windows.Forms (infatti mono sarà veramente utile quando farà funzionare senza problemi applicazioni complete non esempi costruiti ad hoc).
Al momento ho testato il tutto sul mio MacBook (Leopard 10.5.1, mono 1.2.6) utilizzando come editor smultron, (prometto di testare il tutto su debian in settimana).
Vari helliniword testuali hanno funzionato senza problemi quindi ho provato qualcosa di grafico:
--- Test_VB_Form.vb --
' Spazio dei nomi utilizzati

imports System.Windows.Forms
imports System.Drawing

' Spazio dei nomi MyHeloApp come contenitore per la nostra applicazione
Namespace MyHelloApp

Public Class MainWindow
Inherits Form
' dichiariamo due variabili di istanza, due controlli una textbox e un bottone
' dichiariamo bottone con la parola chiave withEvents che permette di gestirne
' gli eventi.
Public name As TextBox = New TextBox()
Public btnBottone As Button = new Button()

Public Sub New
' Proprietà generali, altezza, larghezza, caption e disposizione sullo schermo
Me.Text = "HelloMyName VB mono"
Me.Width = 300
Me.Height = 300
CenterToScreen()
' Inseriamo una textBox
name.Text=""
name.Size = New Size(150,20)
name.Location = New Point(10,10)
Me.Controls.Add(name)
' Inseriamo il bottone
btnBottone.Text = "cliccami..."
btnBottone.Size = New Size(90,30)
btnBottone.Location = New Point(10,40)
Me.Controls.Add(btnBottone)
' Colleghiamo gli oggetti ai loro gestori di evento
AddHandler Application.ApplicationExit, AddressOf MainWindow_OnExit
AddHandler btnBottone.Click, AddressOf btnBottone_Clicked
End Sub

' Gestiamo il click sul bottone
Public Sub btnBottone_Clicked(ByVal sender As Object, ByVal args As EventArgs) 'Handles btnBottone.Click
Dim stringa As String = String.Format("Hello, {0}", name.Text)
MessageBox.Show(stringa)
End Sub

Public Sub MainWindow_OnExit(ByVal sender As Object, ByVal args As EventArgs)
MessageBox.Show("Uscita...")
End Sub
End Class

Public Module Program
Sub Main()
Application.Run(New MainWindow())
End Sub
End Module

End Namespace

-- End File --
Compilare con: vbnc Test_VB_Form.vb
il risultato è stato abbastanza buono:
inoltre nelle future versioni Windows.Forms su OSX sarà implementato in maniera nativa mentre per il momento gira sotto X11, ma questo è il minore dei mali al momento.
Ho quindi optato per provare qualcosa più complesso una semplice forms che utilizza controlli più avanzati come lo slider, il calendario i tabs e i nuovi layout di .NET 2.0:
La form fa parte dello stage alpha di un minigestionale che avevo scritto per g&g snc quache annetto fa.
La forms funziona ma... Ma se si fa un qualsiasi resize della finestra X11 spara fuori un sacco di errori e il programma viene freezato, in settimana cercherò di verificare se su linux da gli stessi problemi (infatti non è la prima volta che sotto leopard x11 mi tira strani scherzi).
Conclusione? Il progetto mono sta venendo su bene, e se a livello etico i puristi si sdegnano di avere .net sul proprio sistema operativo c'è da dire che avere la possibilità di sfruttare il software .net sula propria macchina è una comodità incredibile :), inoltre per chi sviluppa con prodotti microsoft si aprono nuove prospettive multipiattaforma.
In realtà mono è ancora lontano da .net già un software come paint.net non gira :(
Inoltre microsoft sviluppa .net a ritmo frenetico e si corre il rischio di avere un mono 2.0 funzionale con tutti gli assembly di net 2.0 e 3.5 e magari microsoft è già al lavoro su .net 5.0... Comunque il progetto senza dubbio merita di essere seguito.
Alternative? per i programmatori C++ wxwidgets, QT. (e le gtk? nulla! finchè non si ha una versione nativa osx)... per i programmatori visual basic: RealBasic e KBasic (tutta roba commerciale ma stiamo guardando al multipiattaforma quindi per ora niente gambas), per i programmatori C#... bè sicuramente java... :) :)