martedì 27 maggio 2008

PDF Split and Merge

Quante volte capita di dovere unire più PDF per avere un file unico? Magari pdf che provengono da diverse fonti, ad esempio io faccio i fogli elettronici su openoffice calc, il frontespizio con inkscape/gimp, e di solito la relazione con abiword (perché lo trovo più comodo di writer, de gustibus) alle volte mi capita inoltre di doverci integrare report o album esterni che mi arrivano già in pdf. Il tool di cui volevo parlare si chiama: "PDF Split and Merge" è un software opensource scritto in java (e quindi indipendente dalla piattaforma sottostante) che permette sia di unire più pdf sia di estrarre pagine.
L'interfaccia è molto semplice da usare e nella mia personale esperienza posso assicurare che ha riscosso un discreto successo anche presso alcuni miei clienti a cui faccio assistenza. (A dire il vero sono rimasti solo una ventina visto che ormai lavoro quasi esclusivamente come programmatore lato server)
Mi piacerebbe anche aprire un altra parentesi, visto che ho clienti che utilizzano solo openoffice, pdfsam, seamonkey, 7zip,e adobe reader (lato windows) e che si connettono alla rete tramite un ruter netgear (con uclinux) e il fileserver è una dignitosa ubuntu+ebox mi piacerebbe avere pareri anche su altre realtà (io vivo e lavoro su pisa e provincia) per sapere che diffusione ha l'opensource nella piccola e piccolissima impresa :)
Mentre per esperienza personale nella grande c'è una buona diffusione, al momento sto lavorando come collaboratore per un big nel settore della telefonia e i server sono tutti redhat i database sono al 70% su mysql (ma i dati critici stanno ancora su oracle) e che dire si lavora essenzialmente con php/java/perl ed eclipse come ide, ma c'è anche chi usa vi (io no mi sono assuefatto ad eclipse e compagnia tanto come detto qualche post fa la ram non costa un cazzo)
Basta mi cheto perché come sempre ho divagato...

Altro interessante notebook linux

L'ultima volta che ho parlato di un notebook che offriva linux di serie ho fatto pubblicità a mediaworld, quindi oggi, per par condicio, mi voglio occupare di un altra grande catena... unieuro, dove per 399 euro iva inclusa si accatta:
un acer niente male, ASPIRE 5315-201G08MI:
  • Celeron M550 / 2 GHz
  • RAM 1 GB
  • HDD 80 GB
  • WLAN
  • Webcam
  • 15.4" CrystalBrite scheda video GMA X3100
Personalmente lo trovo un ottimo pc, magari il processore non è troppo veloce ma gnu/linux se la cava bene anche con macchine meno fornite :), la scheda video è ottima pur essendo integrata; ad esempio io lavoro e gioco tutti i giorni su una intel gma 950 che è un paio di modelli dietro a questa e io con la mia faccio tutto quindi figuriamoci ma per dirlo con le parole di intel:
"The GMA X3100 is the mobile version of the GMA X3000 used in the Intel GL960 and GM965 chipsets. The X3100 supports hardware transform and lighting, up to 128 programmable shader units, and up to 384 MB memory. Its display cores can run up to 333 MHz on GM965 and 320 MHz on GM960. Its render cores can run up to 500 MHz on GM965 and 400 MHz on GM960. The X3100 display unit includes a 300 MHz RAMDAC, two 25-112 MHz LVDS transmitters, 2 DVO encoders, and a TV encoder. In addition, the product can support DirectX 10."
Un giga di ram è più che sufficiente per il lavoro quotidiano (ma con i prezzi odierni della ram metterne 2 alla acer gli costava tanto?) per il resto c'è di tutto wifi, webcam e un bel monitor, inoltre il celeron m 550 è uno dei nuovi chip basati su architettura santa rosa.
Il peso... be' tre kilozzi ma è un bel quindici pollici.
Non mi entusiasma troppo la Linpus come distro per questo gli do un personalissimo otto e mezzo con debian avrebbe preso un bel 9.
Il prodotto sul sito dell'unieuro.